L’impiego di sostanze coloranti naturali (minerali, animali, vegetali) è antichissimo

e ha svolto un ruolo preminente nello sviluppo delle prime civiltà e dei primi manufatti.

Guado (Isatis tinctoria), reseda (Reseda luteola) e robbia (Rubia tinctorum)

sono le specie erbacee principali che fornivano fino al XIX secolo i tre colori

fondamentali, blu-indaco, rosso e giallo, utilizzati nella tintura in diversi settori,

dal tessile all’alimentare.

In collaborazione con Salica Rigana
degli Adui, proponiamo una didattica sulla tintura








Nella foto un campionario di colori naturali con pigmenti e i mordenti









Torna al MenuSagitta BarbaricaAgenda corsiContatti